Condividi

"Senza fumare cosa posso fare..."

Il dottor Massimo Bigarelli, coordinatore del progetto anti fumo di Azienda Usl Modena, spiega quali sono i benefici derivanti dallo stop alle sigarette

Smettere di fumare non significa solo evitare conseguenze anche molto gravi sulla salute come le malattie cardiovascolari e il cancro ai polmoni. Smettere di fumare comporta anche una serie di benefici importanti che incidono nella vita quotidiana.

Il primo tra questi benefici quotidiani, spiega il dottor Massimo Bigarelli medico farmacologo e responsabile del programma anti fumo dell’Azienda Usl Modena, è la libertà da questa dipendenza: “La nicotina è una sostanza chimica che determina una grave dipendenza – spiega – pensiamo a una persona che deve prendere un aereo per effettuare un volo di due o tre ore, se deve fumare si trova in grande difficoltà, o a una persona che va a teatro a vedere uno spettacolo e tra un atto e l’altro deve uscire per una sigaretta”.
 
 
 

 

Anche l’aspetto economico è significativo: un fumatore medio (circa 15-20 sigarette al giorno) riesce a risparmiare circa 150, 200 euro a mese. Ma, prosegue Bigarelli, smettere di fumare comporta anche importanti benefici quali “poter sentire i sapori dei cibi, assaporare un buon pranzo, poter apprezzare gli odori e i profumi perché il fumo di sigaretta, con le sue varie componenti tossiche, va ad attutire sapori e odori”.
 

Smettere di fumare comporta inoltre un effetto significativo sull’attività sportiva perché la performance polmonare migliora molto, già dopo alcuni mesi la capacità respiratoria aumenta ed è per questo motivo che la gran parte degli sportivi non fuma.
Da sottolineare che il fumo è particolarmente dannoso nell’età evolutiva, quindi per i minorenni:In provincia di Modena abbiamo ancora tanti giovani adolescenti che fumano – dice Bigarelli – ed è per questo che come Ausl abbiamo tanti programmi di prevenzione nelle scuole per fare in modo che i giovani non inizino a fumare”.
 

Da oltre vent’anni l’Azienda Usl di Modena aiuta le persone a smettere di fumare attraverso i centri anti fumo presenti in ogni distretto sanitario della provincia: punto di forza dei centri sono i corsi di gruppo a cui partecipano ogni anno circa 250 persone, i dati dicono che il 70% di chi ha frequentato i corsi ha smesso di fumare.

Tutte le informazioni su  www.ausl.mo.it/centriantifumo

Ultimo aggiornamento: 04 Giugno 2021