Home

Condividi

Nuovo Ospedale di Carpi: Accordo territoriale siglato davanti al Ministro Speranza

A Palazzo Pio Regione, Provincia, Comune e Ausl hanno firmato il documento che definisce le linee guida per la realizzazione della più importante infrastruttura sanitaria provinciale dei prossimi anni. Durante la visita, il Ministro ha incontrato una delegazione di professionisti e operatori del Ramazzini, ringraziandoli per il loro impegno quotidiano

Giornata cruciale per il progetto del nuovo Ospedale di Carpi, tenuto a battesimo dal Ministro della Salute Roberto Speranza. Questa mattina, proprio in occasione della visita del Ministro, nella splendida Sala dei Mori di Palazzo Pio, è stato siglato l’Accordo territoriale che definisce una serie di obiettivi e linee guide per la realizzazione della più importante infrastruttura sanitaria provinciale dei prossimi anni. Il Protocollo è stato firmato dagli enti territoriali coinvolti: per la Regione Emilia-Romagna il Presidente Stefano Bonaccini, per la Provincia di Modena il Presidente Gian Domenico Tomei, per il Comune di Carpi il Sindaco Alberto Bellelli, e per l’Azienda USL di Modena il Direttore Generale Antonio Brambilla.

 

Tra gli obiettivi dell’Accordo: instaurare, nella scelta del luogo dove sorgerà l’ospedale, una corretta integrazione tra territorio e città; migliorare il livello di efficienza e sicurezza complessiva delle attività ospedaliere sul territorio e incrementare il benessere percepito; creare continuità assistenziale con le strutture dell’assistenza primaria; promuovere e incrementare la qualità delle cure nel rispetto del corretto uso delle risorse; rafforzare l’introduzione di modelli innovativi, flessibili e futuribili per gli aspetti diagnostici, terapeutici, tecnologici e informatici.

Si compie così un ulteriore passaggio fondamentale nell’avanzamento della progettazione del nuovo Ospedale carpigiano, che segue l’approvazione del progetto di fattibilità in linea tecnica e urbanistica dello scorso aprile.

 
 

Sin dall’inizio, il progetto è stato al centro di un percorso partecipato che ha coinvolto i portatori di interesse, con riunioni periodiche per confronti e riflessioni dal mondo del volontariato e della comunità di professionisti sanitari che lavora al Ramazzini. Il confronto è stato allargato anche a tutti i cittadini, con la possibilità di inviare spunti e proposte a un indirizzo mail dedicato (partecipaospedalecarpi@ausl.mo.it)

Per quanto riguarda i finanziamenti, a oggi ammontano a 67 milioni di euro (di cui 57 assegnati dal CIPE, Comitato interministeriale per lo sviluppo economico, 3 da fondi della Regione Emilia-Romagna e 7 da finanziamenti ex comma 14 art. 1 legge 160/2001).

A margine della firma, il Ministro Speranza ha incontrato una delegazione di circa 35 persone, tra professionisti sanitari, tecnici, amministrativi e operatori dei servizi del Ramazzini e del Distretto di Carpi, rappresentativi delle diverse categorie che compongono l’attività e lo svolgimento delle funzioni connesse all’assistenza sanitaria. Il Ministro ha ringraziato il personale presente per la grande abnegazione dimostrata in questo anno e mezzo di emergenza Covid: un riconoscimento prezioso che servirà da stimolo per proseguire nell’impegno a fianco dei pazienti.

 
 

[21 giugno 2021]

Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2021