Home

Condividi

La Pediatria unita per promuovere il vaccino anti-Covid: “Genitori, fate vaccinare i vostri figli: è efficace e sicuro”

L’appello di pediatri ospedalieri, pediatri di libera scelta e di comunità, tutti impegnati nella campagna vaccinale a favore degli adolescenti. Ancora non ottimale l’adesione in questa fascia d’età: nel ciclo vaccinale il 46% dei ragazzi tra i 12 e i 14 anni, mentre tra i 15 e i 19 anni sale al 64%

La Pediatria si unisce per promuovere la vaccinazione anti-Covid a favore degli adolescenti: stamattina, davanti al Punto vaccinale di Carpi, pediatri ospedalieri, pediatri di libera scelta e di comunità si sono ritrovati per lanciare un accorato appello a ragazzi e genitori.

All’appuntamento erano presenti Andrea Bergomi, Pediatra di libera scelta, Simonetta Partesotti, Responsabile Pediatria di Comunità Area Nord dell’Azienda USL di Modena, entrambi tra i firmatari del manifesto redatto dai pediatri dell’Emilia-Romagna per sostenere l’importanza della vaccinazione degli adolescenti, insieme a Francesco Torcetta, Direttore della Pediatria di Area Nord (Ospedali di Carpi e Mirandola) e Stefania Ascari, Direttrice del Distretto di Carpi.

 

I pediatri stanno avendo un ruolo attivo fondamentale nella vaccinazione dei minorenni, sia attraverso l’incessante attività di sensibilizzazione svolta negli ambulatori sia supportando con la presenza fisica i ragazzi durante la somministrazione nei Puv.

Con l’iniziativa di questa mattina a Carpi si conferma la straordinaria collaborazione tra i professionisti dei servizi ospedalieri e territoriali che si occupano della salute dei bambini. Un grande gioco di squadra per ribadire un concetto fondamentale: la vaccinazione è l’unica strada per uscire da questa pandemia e, nel percorrerla, serve la collaborazione di tutti.

(Nella foto: da sinistra, Andrea Bergomi, Pediatra di libera scelta, Simonetta Partesotti, Responsabile Pediatria di Comunità Area Nord dell’Azienda USL di Modena, Stefania Ascari, Direttrice del Distretto di Carpi, Stefania Gasparini, vicesindaco del Comune di Carpi, e Francesco Torcetta, Direttore della Pediatria di Area Nord (Ospedali di Carpi e Mirandola)

Sono infatti ancora non ottimali i dati di adesione alla campagna vaccinale nella fascia d’età in questione: tra i 12 e i 14 anni, solo il 46% è entrato nel circuito vaccinale, mentre la percentuale sale al 64% se si considerano i ragazzi tra i 15 e i 19 anni (dati al 28 luglio).

Serve uno sforzo ulteriore – è l’appello dei pediatri –, perché in questo anno e mezzo di pandemia abbiamo rilevato che la forma grave della malattia può colpire, per fortuna più raramente che tra gli adulti, anche gli adolescenti. Il vaccino è efficace e sicuro, vogliamo rassicurare in primis i ragazzi stessi e poi ovviamente i genitori, che devono dare il consenso alla vaccinazione dei figli minorenni. Inoltre è una questione di senso di comunità: vaccinandosi, i ragazzi tutelano non solo la loro salute ma anche quella di famigliari e amici più fragili, con un sistema immunitario più debole e quindi più esposto al Covid. Ma i motivi per vaccinarsi sono anche altri: per ripartire con la scuola in sicurezza a settembre, per riprendersi la socialità che tanto è mancata nei mesi scorsi, perché è diritto di ogni ragazzo poter contare su una didattica in presenza e riconquistare i momenti di normalità”.

 
 

[3 agosto 2021]

Ultimo aggiornamento: 03 Agosto 2021