Home

Condividi

A scuola sicuri e vaccinati: il camper davanti agli istituti superiori per vaccinare il personale scolastico, gli studenti e i loro famigliari

Scelto un istituto scolastico in ogni distretto, che sarà punto di raccolta per tutti gli altri istituti del territorio circostante. Vaccinazione con prima dose a mRNA, sia a prenotazione che a libero accesso, per tutto il mondo della scuola

Studenti e loro famigliari, personale docente e non docente a vario titolo impegnato nella ripresa delle attività scolastiche: il camper dell’Ausl di Modena fa tappa presso gli istituti superiori in tutta la provincia per offrire la possibilità di vaccinarsi con accesso facilitato, sul posto, senza bisogno di recarsi al punto vaccinale. L’obiettivo è arrivare “a scuola sicuri”, grazie anche alla vaccinazione contro il covid.
L’iniziativa, fortemente voluta dalla direzione Ausl e dall’ufficio scolastico provinciale, si terrà in tutti e sette i distretti modenesi. Dopo aver fissato il luogo – un istituto superiore – dove sosterà il camper, che insieme alla scuola scelta fungerà da supporto logistico per tutte le operazioni pre e post vaccinali, l’Ausl, tramite le scuole invierà una comunicazione a tutto il personale docente e non docente e a tutte le famiglie che frequentano gli istituti di quel territorio. Le informazioni riguarderanno non solo il luogo e la data, ma anche la modalità di prenotazione “leggera” costruita per favorire l’accesso ed evitare assembramenti, oltre che per consentire all’Azienda sanitaria di valutare anche il numero di giornate necessarie a vaccinare tutti coloro che lo richiederanno.

 

Nella giornata fissata insegnanti, personale non docente, studenti e loro famigliari potranno presentarsi per la vaccinazione con la documentazione necessaria scaricabile dalla pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-scuole. I professionisti Ausl saranno a disposizione anche per informare e consigliare, oltre che accompagnare i cittadini nel corretto iter vaccinale.
Sarà utilizzato un vaccino a mRNA (Moderna) che prevede 2 dosi e il personale presente fornirà già l’appuntamento per la seconda dose da eseguire dopo 28 giorni.
L’obiettivo è raggiungere tutti gli insegnanti e tutto il resto del personale scolastico – anche quelli con incarichi temporanei – che ancora non si è vaccinato, e arrivare poi agli studenti e alle loro famiglie.

Al fine di facilitare un’adeguata comprensione delle informazioni e della modulistica alle famiglie di origine straniere nella lettera è indicato il riferimento alle pagine in lingua www.ausl.mo.it/immunization-campaign-against-covid.

 

“Ci auguriamo che questa iniziativa, che sia come Azienda sanitaria che come Ufficio scolastico provinciale abbiamo sposato pienamente, contribuisca all’obiettivo di arrivare all’inizio dell’anno scolastico con il maggior grado di sicurezza possibile”, dichiarano Antonio Brambilla, Direttore Generale Ausl e Silvia Menabue, Direttrice dell’Ufficio scolastico provinciale. “La vaccinazione diminuisce il rischio di contrarre il covid e di trasmetterlo ad altri; in questo modo si protegge se stessi e le altre persone nella famiglia, nella scuola, nell’ambiente di lavoro, nella comunità. Più persone sono vaccinate, meno circola il virus e meno persone si ammalano o muoiono: questo circolo virtuoso è pienamente dimostrato dai dati di evoluzione della pandemia. Vogliamo parlare sia alla testa che al cuore dei nostri studenti e insegnanti, delle famiglie che possono avere timore a vaccinarsi e far vaccinare i loro figli – proseguono -. La vaccinazione, lo ripetiamo, è sicura ed efficace. I vantaggi della vaccinazione sono superiori ai possibili effetti collaterali che, nella maggior parte dei casi, sono lievi e di breve durata, come dolore al braccio o febbre. Al momento la vaccinazione anti-Covid19 è la migliore strategia, insieme alle regole di igiene e di comportamento, per contenere la diffusione del virus e le sue conseguenze gravi e mortali, oltre che per poter riprendere tutte le attività a cui eravamo abituati prima della pandemia e che rendevano le nostre scuole ambienti di vita vissuta oltre che spazi di studio e crescita personale, luoghi di pienezza di esperienze, non solo per i nostri ragazzi ma per il personale, per le famiglie, per tutte le nostre comunità”.

 

L'iniziativa proposta dall'Azienda USL di Modena

L’Ausl di Modena propone al mondo della scuola un’iniziativa di accesso facilitato alla vaccinazione anti Covid per contribuire alla ripresa in sicurezza delle attività scolastiche in presenza. L’iniziativa prevede l’esecuzione della vaccinazione presso una sede scolastica distrettuale con personale sanitario dell’Ausl.
Sarà utilizzato un vaccino a mRNA (Moderna) che prevede 2 dosi. Il giorno della prima dose, il personale dell’Ausl fornirà l’appuntamento per la seconda dose da eseguire dopo 28 giorni.

 
 

Chi può partecipare

Personale scolastico docente e non docente, studenti (da 12 anni compiuti) e familiari.
Sono previste 7 sedi di vaccinazione, una in ogni Distretto sanitario presso un istituto scolastico, ma possono partecipare persone di tutte le scuole della provincia di Modena.

 
 

[26 agosto 2021]

Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2021