Home

Condividi

“È tempo di influenza, è ora del vaccino”

Antinfluenzale e anti-Covid: due campagne in parallelo per proteggere i più fragili dalle forme gravi delle malattie

Già oltre 22.800 le somministrazioni, molte delle quali ad opera dei Medici di Medicina Generale, tra dosi booster, addizionali e antinfluenzale; Cintori e Venturini, referenti MMG: “Unità d’intenti nell’invitare più persone possibili a proteggersi da Covid e influenza”

Un’azione combinata contro influenza e Covid, per proteggere le persone più fragili dalle forme gravi di queste due patologie.
La campagna vaccinale raddoppia e include, oltre alla terza dose anti-Covid, la vaccinazione antinfluenzale, grazie agli sforzi organizzativi messi in campo dall’Azienda USL di Modena con la preziosissima collaborazione dei Medici di Medicina Generale (MMG), che stanno procedendo alla somministrazione delle dosi presso le Case Residenza Anziani e ai pazienti assistiti a domicilio. La campagna si estenderà progressivamente alle altre categorie e fasce d’età per cui è prevista la gratuità, secondo il programma e le modalità condivise con i rappresentanti degli MMG.
A questa si affianca il lavoro altrettanto prezioso avviato già da qualche settimana nei Punti vaccinali della provincia, in cui viene proposta la vaccinazione antinfluenzale in co-somministrazione con la terza dose anti-Covid: al momento l’invito alla vaccinazione combinata sta riguardando i cittadini con più di 75 anni, tramite invio di sms con le indicazioni per prenotare l’appuntamento, mentre i destinatari della dose addizionale hanno ricevuto sms con l’invito all’accesso libero ai PUV.
A ieri, mercoledì 27 ottobre, erano già stati somministrati oltre 22.800 vaccini, di cui circa 11.800 dosi booster, 1.500 addizionali e 9.400 antinfluenzale.
Ottima, dunque, la risposta della cittadinanza target a terza dose e antinfluenzale, confermata anche dal numero di prenotazioni per la dose booster, a oggi oltre 28.000, ovvero quasi la totalità degli inviti inviati tramite sms finora, alcuni dei quali contenenti già l’appuntamento fissato per i prossimi giorni.

“Il nostro impegno sarà massimo, indirizzato su molteplici fronti – spiega il dottor Dante Cintori, Segretario provinciale FIMMG –: dall’invio degli over 75 ai Punti vaccinali per la co-somministrazione di terza dose del vaccino anti-covid e antinfluenzale, alla vaccinazione in prima persona nei nostri ambulatori, al domicilio dei pazienti allettati e nelle CRA. Inoltre continueremo a parlare con i pazienti che ancora non hanno aderito alla campagna vaccinale anti-Covid, spiegando loro l’importanza di proteggersi dal Covid, per la propria sicurezza e per quella della comunità intera. È necessario avere fiducia nei vaccini, armi formidabili nell’evitare le forme più gravi, non solo del Covid ma anche dell’influenza”.

“Il Sindacato SNAMI – sottolinea il Presidente provinciale, il dottor Guido Venturini intende partecipare attivamente alla prossima campagna vaccinale anti-covid ed antinfluenzale in collaborazione con l’Azienda USL di Modena. In questo particolare momento storico in cui siamo tutti impegnati a debellare il Covid-19 riteniamo che gli sforzi congiunti tra le diverse forze in campo (Azienda e MMG) siano indispensabili al fine di vincere la guerra. Altresì riteniamo che tutti i medici, non solo SNAMI, debbano essere coinvolti attivamente nell’invitare la popolazione a una massiccia vaccinazione essendo l’unica strada percorribile in questo momento. Anche attraverso i giornali e le televisioni il messaggio di unità di intenti del mondo sanitario nel proporre la vaccinazione anti-covid ed anti-influenzale all’intera popolazione deve entrare in ogni ambiente domestico al fine di immunizzare più persone possibili”.

"Devo ringraziare i Medici di Medicina Generale – conclude il Direttore Generale dell’Azienda USL di Modena, Antonio Brambillaperché insieme a loro abbiamo concordato una strategia, sia per la vaccinazione antinfluenzale che anti-covid, in modo molto collaborativo e che mi auguro possa raggiungere obiettivi importanti anche a fronte dell'arrivo della stagione invernale che normalmente comporta un carico importante sul servizio sanitario. Ci incontreremo periodicamente per monitorare l'andamento della campagna e valutare insieme nuove iniziative".

Per dose addizionale si intende una dose aggiuntiva di vaccino a completamento del ciclo vaccinale primario, somministrata al fine di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria. La dose addizionale va somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima. Questa dose aggiuntiva è destinata alle persone che si trovano in una delle condizioni di fragilità ad oggi individuate dal Ministero della Salute nella Circolare del 14 settembre 2021.
I cittadini che ricadono in queste categorie non devono prenotare, ma sono contattate direttamente dall’azienda sanitaria.

Per dose booster si intende una dose di richiamo dopo il completamento del ciclo vaccinale primario, a distanza di un determinato intervallo temporale, che viene somministrata per mantenere nel tempo o ripristinare un adeguato livello di risposta immunitaria, destinata a due gruppi di persone: a chi è esposto a un elevato rischio per motivi professionale e a chi per condizioni personali di salute.
L'AUSL di Modena sta inviando un SMS a tutti i destinatari con più di 80 anni per informarli sulle modalità di prenotazione specifica per la provincia di Modena. In particolare, queste persone possono prenotare l'appuntamento per la dose booster tramite canale telefonico o canale online (Fascicolo Sanitario Elettronico o App ER-Salute), quindi NON è prevista la prenotazione di persona (come farmacie o Corner salute Coop).
 

[28 ottobre 2021]

Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2021