Home

Condividi

Ripartono gli stage dei volontari sui mezzi del 118, il progetto si allarga a tutta la provincia

Il programma prevede l’affiancamento a un tutor per vivere esperienze sul campo e iniziare a conoscere gli ambienti di Pronto Soccorso

Riprendono, allargandosi a tutti i distretti sanitari modenesi, gli stage dei volontari delle associazioni che operano nell’ambito dell’emergenza-urgenza al fianco dei mezzi di soccorso del 118 dell'Azienda USL di Modena. L’obiettivo è fare vivere agli stagisti un’esperienza formativa sul campo sotto i consigli esperti di un tutor, valutando l’effettiva capacità di risposta ai più disparati scenari, creando una sinergia concreta con gli operatori sanitari del servizio di emergenza-urgenza.

(Nella foto a destra: i coordinatori del Set 118 di Modena, Valerio Benatti e Fabrizio Luppi)

 

Lo stage

Dopo il percorso formativo che ogni volontario affronta all'interno delle associazioni, è possibile affrontare una successiva esperienza di “pratica in riflessione” con il personale sanitario del Servizio di Emergenza Territoriale (SET) 118.

 
Operatori del 118

Il periodo di affiancamento per il volontario ha una durata complessiva di 25 ore. L’esperienza permetterà al partecipante di conoscere gli ambienti di Pronto Soccorso, prendere confidenza con il materiale in dotazione alle ambulanze e automediche del SET 118, approfondire strategie e metodologie di valutazione della scena dell’evento e acquisire le capacità per affrontare le principali emergenze attraverso la corretta rilevazione e interpretazione dei principali parametri vitali.

Al termine dello stage il volontario avrà la possibilità insieme al proprio tutor di analizzare e riflettere sulla propria esperienza di stage e i comportamenti operativi ed emotivi mostrati durante gli interventi in emergenza. Al termine dello stage sarà rilasciato attestato di frequenza e valutazione dell'esperienza.

 
 

[17 dicembre 2021]

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2021