Home

Condividi

Un percorso ludico-terapeutico per i piccoli pazienti di Vignola, giovedì 16 una serata-concerto per raccogliere fondi

Il progetto prevede una fase preparatoria in chiave giocosa all’intervento chirurgico con l’impiego di libri illustrati e bambole di pezza

 

Una serata per contribuire a un percorso ludico-terapeutico dedicato ai più piccoli all’interno dell’Ospedale di Vignola. È in programma giovedì 16 giugno, alle ore 21, l’evento ‘Musica in Gioco’ nella Sala dei Contrari, all’interno della Rocca di Vignola. Protagonista assoluta sarà la ‘Junior Jazz Band Bononcini’ in concerto, con i giovani musicisti della scuola di musica ‘G.Bononcini’ e il loro fantastico repertorio. L’obiettivo dell’iniziativa è avviare una raccolta fondi per rafforzare i percorsi di gioco terapeutico-pediatrico già attivi nella fase pre-operatoria di interventi otorinolaringoiatrici per i piccoli pazienti dell’Ospedale vignolese. La serata è organizzata dai Lions di Vignola in collaborazione con, oltre l’Azienda USL di Modena, le associazioni ‘Io Sto con Voi’ e ‘Vignola Animazione’ col patrocinio del Comune di Vignola.

L’ingresso al concerto è gratuito fino ad esaurimento posti (si può prenotare al numero WhatsApp 3336237381).

 
 

Il Progetto

Il progetto ‘Sala operatoria per i pazienti in età pediatrica’ è attivo presso l’Ospedale di Vignola da 5 anni ed è gestito in maniera diretta e autonoma dal personale sanitario dell’equipe del blocco operatorio. Si rivolge alle famiglie e ai piccoli pazienti del Distretto di Vignola e non solo, che dovendo sottoporsi alla delicata esperienza dell’intervento chirurgico in ambito otorinolaringoiatrico, si trovano a dover affrontarne la preoccupazione e le paure. Partner del progetto, sono la scuola con la classe 5B del Liceo Linguistico-I stituto Superiore ‘Paradisi Allegretti’ e l'associazione ‘Ago Filo e Dintorni’ di Castelvetro/Auser.
Nello specifico, il percorso del bambino che sarà sottoposto ad intervento di otorino laringoiatria (adenoidectomia/tonsillectomia) inizia dal pre-ricovero. In questa fase si inserisce il ‘gioco terapeutico’: il piccolo paziente, durante l’attività ludica, conosce i professionisti, medici ed infermieri, che lo accoglieranno in sala operatoria e lo accompagneranno nel viaggio dell’intervento chirurgico. Il tutto si svolge attraverso il racconto di una storia fantastica intitolata ‘La tua fantastica avventura con Anna ed Eren’, pensata e illustrata dai ragazzi della scuola e animata dai due protagonisti, bambole di pezza prodotte dall'associazione ‘Ago Filo e Dintorni’ di Castelvetro. I fantastici personaggi, insieme al bambino, incontrano durante il viaggio i vari strumenti e le terapie impiegate prima e durante l’intervento, per poi terminare questa avventura con la consegna della ‘medaglia del coraggio’.

 
 

La raccolta fondi

L’obiettivo della raccolta fondi è raggiungere circa 8mila euro per produrre, in particolare, i materiali a corredo del gioco terapeutico: il libretto della storia illustrata, con sticker e sagome dei personaggi Anna ed Eren in cartoncino da consegnare ad ogni bambino, in modo che anche a casa i piccoli pazienti possano ripensare, giocando, all’esperienza vissuta in reparto e ricostruire la storia.

Inoltre verrà prodotto un grande libro/tappeto morbido, utilizzato dagli operatori della sala operatoria per illustrare il percorso al piccolo paziente, verranno creati 2 teli banner con le immagini della storia e sponde in forex con personaggi da agganciare alle barelle per il viaggio verso ‘la fantastica avventura’.

Il progetto è consultabile alla pagina www.ausl.mo.it/sala-operatoria-bambini

 
 

[14 giugno 2022]

Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2022