Home

Dalla Regione nuove risorse per potenziare la risposta al crescente disagio giovanile

Tre nuovi psicologi e un’assistente sociale per Spazi Giovani e Centri Adolescenza della provincia: si rafforza così l’assistenza alle ragazze e ai ragazzi che esprimono un bisogno di supporto psicologico contro ansia, depressione, difficoltà relazionali. Nel 2023 sono pervenute 753 richieste di colloquio psicologico ai due servizi

Arrivano nuove risorse per potenziare la risposta al crescente disagio psichico giovanile. Grazie alla Regione Emilia-Romagna, che ha assegnato fondi per quasi 100mila euro, l’Azienda USL di Modena ha predisposto nuovi progetti e rafforzato gli organici dei servizi dedicati, che possono ora contare su quattro nuovi professionisti, tre psicologi e un’assistente sociale. Le nuove figure affiancano e integrano il lavoro delle équipe a vantaggio della prevenzione e del benessere mentale delle ragazze e dei ragazzi.

Nel 2023 sono pervenute agli Spazi Giovani Consultoriali e al Centro Adolescenza 753 richieste di colloquio psicologico a conferma del concreto bisogno di supporto da parte dei giovani per ansia, depressione e difficoltà relazionali.

In particolare i tre psicologi collaborano all’attività clinica offerta all’interno degli Spazi Giovani, con colloqui e consulenze, mentre l’assistente sociale si occupa di genitorialità fragile, soprattutto sul versante della prevenzione, e di orientamento insieme allo psicologo per i NEET, ovvero quei ragazzi che si trovano in una condizione di stallo e non studiano né lavorano, andando incontro alle loro esigenze e attitudini.

Spazi Giovani e Centri Adolescenza, ai quali gli adolescenti dai 14 anni in su possono accedere gratuitamente e autonomamente, sono dunque i punti di riferimento per le ragazze e i ragazzi che desiderano parlare con uno psicologo. I due servizi sono interconnessi e hanno organizzato un sistema interno di gestione delle richieste che consente ai giovani di entrare in contatto con il servizio più competente, indipendentemente dal canale attraverso il quale hanno fatto richiesta.

 

Spazi Giovani

Sono servizi dei Consultori familiari nei quali lavorano équipe multiprofessionali (andrologo, ginecologhe, ostetriche e psicologi); per questa caratteristica possono diventare uno dei luoghi dove l’adolescente porta il proprio malessere espresso con richieste diversificate ai professionisti del team. Inoltre gli Spazi Giovani hanno un ruolo importante nel raccordo con le scuole del territorio e altre strutture educative, tramite lo svolgimento dei progetti di educazione alla salute.

L’attività psicologica che si svolge negli Spazi Giovani ha tra i suoi obiettivi quello di intercettare il disagio psichico e psico-relazionale dell’età evolutiva, sostenendo anche la prevenzione che può evitare lo sviluppo di psicopatologie. Il lavoro si svolge sia con gli adolescenti che con agli adulti di riferimento (genitori, insegnati, educatori) in integrazione con l’équipe del servizio e con il territorio.

La richiesta di colloquio con uno psicologo può avvenire accedendo direttamente al servizio o telefonando, per richiedere un appuntamento, nell’orario di apertura (per informazioni: www.ausl.mo.it/spazio-giovani).

 

Centro Adolescenza

L’obiettivo di rispondere ai bisogni psicologici di base degli adolescenti è condiviso con il Centro Adolescenza che afferisce al Servizio di Psicologia Clinica e di Comunità. Il Centro Adolescenza si occupa di rispondere alle manifestazioni di sofferenza psichica che si esprimono in sintomatologie medio/lievi di ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi dell’adattamento. Le richieste vengono inoltrate on line attraverso la pagina web www.ausl.mo.it/centro-adolescenza.

 

[1 marzo 2024]

Ultimo aggiornamento: 01 Marzo 2024