Home
  • Ritiro Sociale

Condividi

Ritiro Sociale

Il ritiro sociale è oggi una manifestazione di sofferenza sempre più diffusa tra gli adolescenti. Si tratta di un fenomeno assai complesso che, se inizialmente ha coinvolto i giovani in Giappone, dove il fenomeno degli Hikikomori (dal giapponese: HIKU tirarsi indietro + KOMORU ritirarsi, isolarsi) ha assunto dimensioni quasi epidemiologiche, rappresenta ormai anche in Europa e in Italia uno tra i disagi psicologici attuali, legati alla crisi evolutiva adolescenziale.

Il fenomeno del ritiro sociale riguarda quegli adolescenti che tendono a ridurre sempre più le relazioni amicali e nel tempo anche la frequentazione dei contesti sociali e scolastici per arrivare, talvolta, a rinchiudersi nella loro stanza. I contatti con persone reali sono spesso sostituiti con una frenetica attività su internet che include la dedizione a videogiochi, la visione di film, una serie di contatti virtuali. In alcuni casi il ritmo sonno-veglia viene invertito, per cui i ragazzi dormono di giorno e rimangono svegli la notte.

Il ritiro può essere accompagnato da vissuti di vergogna e di impotenza, nei confronti dei coetanei e soprattutto del proprio sé corporeo. La stanza in cui si rifugiano funge, da un lato, come luogo di protezione rispetto alle esperienze concrete, dall’altro, come campo di sperimentazione di sé in rete.

Accanto all’isolamento sociale, che rimane comunque uno dei sintomi principali e che può manifestarsi in un continuum che va da comportamenti di ritiro ad un completo abbandono della vita sociale e scolastica, possono manifestarsi anche segnali di questo tipo:

 
  • Sintomi psicosomatici (es. mal di testa, mal di pancia etc..)
  • Fobia scolare
  • Assenze ripetute e o Abbandono scolastico
  • Manie di persecuzione
  • Evitamento di situazioni di interazioni sociali e familiari
  • Stanchezza
  • Umore depresso
  • Rabbia



Il progetto RI-SO si propone di lavorare sul tema del Ritiro Sociale attraverso tre importanti azioni:

AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE
Per comprendere meglio il fenomeno e per poter intervenire in modo preventivo su situazioni connesse al ritiro sociale, la AUSL di Modena, in accordo con l'Ufficio VIII – Ambito Territoriale di Modena- Ufficio Scolastico Regione Emilia-Romagna, ha promosso il Progetto RI-SO.
(materiale riguardante questa azione)

AZIONE DI PREVENZIONE
Il progetto RI-SO si pone come finalità di agire in modo preventivo per poter intercettare precocemente le situazioni critiche.
L'equipe dedicata avrà il compito di:
- promuovere azioni di sensibilizzazione sul fenomeno rivolte alle scuole, ai servizi sanitari e territoriali ed alla cittadinanza
-sostenere la rete interna alla scuola attraverso una consulenza mirata a fornire strumenti specifici per rilevare gli eventi sentinella e indicazioni per le azioni da attuare
-facilitare la connessione tra scuola, risorse sanitarie, sociali ed educative del territorio anche attraverso la costruzione di prassi condivise
-mappare il fenomeno nella provincia di Modena attraverso la raccolta di dati relativi a studenti a rischio o che vivono già una condizione di ritiro
   
AZIONE CLINICA
La seconda area di pertinenza dell’Equipe Ri-So riguarda la Consulenza, che può essere descritta come un intervento mirato in specifiche situazioni volto ad individuare e definire strategie di gestione efficaci e, dove necessario, attivare eo supportare la rete del territorio. La consulenza può talvolta considerarsi il primo passaggio di percorsi di supporto psicologico eo psicoterapia individuale o di gruppo.
Le azioni di consulenza dell’Equipe Ri-So sono da intendersi a livello distrettuale (Area Nord - Centro - Sud).
Una volta rilevate le situazioni a rischio (es. a scuola, in famiglia, dai Pediatri di Libera Scelta, da Medici di Medicina Generale, nei contesti di aggregazione etc..) l’obiettivo è quello di un intervento precoce volto a sostenere non soltanto illa minore, ma anche il contesto scuola e la famiglia.

  In particolare, il ruolo dello Psicologo Ri-So prevede:

 Per le scuole
-Sostegno nella costruzione e attivazione di buone prassi interne di gestione dei casi rilevati
-Consulenza in specifiche situazioni eo casi specifici (per insegnanti, genitori, ragazzi, operatori interni alla scuola come lo Psicologo dello Sportello d’ascolto)
-Messa in rete della scuola con le risorse sanitarie, sociali e educative del territorio

Per le famiglie
-Promozione di gruppi psico-educativi eo laboratoriali rivolti a ragazzi/genitori
-Consulenza ai genitori di adolescenti a rischio ritiro sociale (individuati dalla scuola)
-Attivazione di gruppi rivolti a genitori con figli a rischio ritiro in carico ai servizi (presso i centri adolescenza - 1 per area)

Per il territorio
-Sostenere la costruzione e l’efficacia della rete tra scuola, famiglia, servizi
-Consulenza a operatori educativi, sociali, sanitari


Contatti per informazioni e consulenze

Dott.ssa Nicole Bedetti AREA NORD (Carpi – Mirandola) –  n.bedetti@ausl.mo.it - 3496793711  
Dott.ssa Rossella Benedicenti AREA CENTRO (Modena – Castelfranco) -  r.benedicenti@ausl.mo.it – 3294586673  
Dott.ssa Elena Odorici AREA SUD (Vignola – Sassuolo – Pavullo) –  e.odorici@ausl.mo.it – 3469491755

 
 

Guarda il progetto completo

 
 

Eventi in programma

WEBINAR ONLINE: rivolto a genitori di preadolescenti e adolescenti
Giovedì 27 gennaio 2021 dalle 18.00 alle 20.00

Dott.ssa Laura Turuani – Istituto Minotauro
“Figli che non escono: le emozioni dei genitori alla ricerca di un senso”

Per partecipare: 
https://ausl-mo-it.zoom.us/j/89120424519?pwd=SUt0MFBFcFo0YmxxSy9WSlA0Q0tVQT09
Passcode: 400929

 



EVENTI IN PROGRAMMA RIVOLTI AI REFERENTI TERRITORIALI DEL PROGETTO (scolastici, sanitari, sociali ed educativi)


AREA NORD – Dott.ssa NICOLE BEDETTI
- Distretto di Carpi (Individuate in collaborazione col progetto GHOSTBUSTERS)
Secondaria di primo grado: 14 dicembre e 25 gennaio dalle 14:30 alle 16:30
Secondaria di secondo grado: 15 dicembre e 26 gennaio dalle 14:30 alle 16:30
Incontri congiunti secondaria di primo e secondo grado: 26 ottobre e 23 novembre dalle 14:30 alle 17:30, 22 febbraio, 13 aprile, 26 maggio e 22 giugno dalle 14:30 alle 16:30

- Distretto di Mirandola
Secondaria di primo grado: 9 novembre e 30 novembre dalle 14.30 alle 17.30
Secondaria di secondo grado: 11 novembre e 1 dicembre dalle 14.30 alle 17.30

AREA CENTRO – Dott.ssa ROSSELLA BENEDICENTI
- Distretto di Modena
Secondaria di primo grado: 10 novembre e 30 novembre dalle 14.30 alle 17.30
Secondaria di secondo grado: 12 novembre e 2 dicembre dalle 14.30 alle 17.30
- Distretto di Castelfranco
Secondaria di primo e secondo grado: 11 novembre e 1 dicembre dalle 14.30 alle 17.30

AREA SUD – Dott.ssa ELENA ODORICI
- Distretto di Sassuolo
formazione ONLINE insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado: 14 dicembre 2021, 11 gennaio, 1 marzo, 5 aprile dalle 15.00 alle 17.30
formazione con gli psicologi scolastici delle scuole secondarie di primo e secondo grado: 18 gennaio 2022, 8 febbraio, 5 aprile dalle ore 14.30 alle ore 16.30

- Distretto di Vignola
Secondaria di primo grado: 17 novembre e 1 dicembre dalle 14.30 alle 17.30
Secondaria di secondo grado: 11 novembre e 2 dicembre dalle 14.30 alle 17.30

- Distretto di Pavullo
Secondaria di primo e secondo grado: 9 novembre e 30 novembre dalle 14.30 alle 17.30




 
 

MATERIALE FORMATIVO

 
 

Progetti collegati

Distretto di Carpi - GHOSTBUSTER

 
 

Referenti Aziendali progetto RI-SO

  • Dott.ssa Maria Corvese  
  • Dott.ssa Antonella Riccò