Home

FAQ Vaccinazione anti Covid-19

  • Secondo le indicazioni di AIFA (Agenzia Italiana del farmaco), le persone che hanno avuto un'infezione da SARS-CoV-2 confermata da tampone, con sintomi o senza sintomi, possono essere vaccinate con un’unica dose di vaccino dopo almeno 3 mesi dal referto positivo del tampone ma non oltre 6 mesi dal referto. 
    Fanno eccezione i soggetti con immunodeficit (consultare a questo proposito il sito di AIFA) e coloro che sviluppano l’infezione da SARS-CoV-2 dopo la prima dose di vaccino.

  • Secondo le indicazioni di AIFA non è indicato somministrare la seconda dose di vaccino a persone che sviluppano l’infezione da SARS-CoV-2 dopo la prima dose.
    Non si preclude un eventuale richiamo della vaccinazione anti COVID-19 nel futuro se i dati sulla durata della protezione immunitaria indicheranno questa necessità.

  • La nota informativa sul tipo di vaccino che verrà somministrato è allegata al modulo di consenso informato.
    Al termine della vaccinazione viene inviato, nel Fascicolo sanitario elettronico (FSE), il certificato vaccinale sul quale è indicato il vaccino utilizzato ed il numero di lotto.
    Se non hai ancora attivato il FSE, ti invitiamo a farlo: consulta questa pagina con tutte le informazioni utili www.ausl.mo.it/fse

    Se al momento della vaccinazione non hai l’accesso al FSE devi chiedere la stampa del certificato vaccinale agli operatori del punto vaccinale.

  • Tutte le informazioni utili sulle modalità di segnalazione di sospette reazioni avverse o effetti indesiderati in seguito alla somministrazione del vaccino anti-Covid sono disponibili alla pagina www.ausl.mo.it/vaccino-covid-vaccinovigilanza

  • L’effettuazione delle vaccinazioni al domicilio richiede molto più tempo di quella nelle sedi fisse, circa 45 minuti al domicilio, e pochi minuti nei punti vaccinali. Questo determina che i tempi di attesa per le vaccinazioni a domicilio siano decisamente più lunghi, per le modalità organizzative, di quelli dei punti vaccinali.
    L’Ausl invita coloro che hanno chiesto la vaccinazione a domicilio (il soggetto o i familiari) a valutare l’effettiva intrasportabilità verso il punto vaccinale.
    Nel caso in cui sia possibile accompagnare il familiare alla sede vaccinale – anche con l’utilizzo di trasporti assistiti organizzabili con le associazioni del territorio – si può prenotare, abbreviando i tempi di attesa, accedendo ai canali di prenotazione previsti per la propria fascia d’età.

  • Le persone “estremamente vulnerabili”, indipendentemente dall’età, sono state contattate direttamente dall’Azienda Usl tramite SMS informativo.
    Coloro che lo hanno ricevuto e coloro che non lo hanno ricevuto ma sanno di rientrare nella categoria degli aventi diritto, possono prenotare la vaccinazione scegliendo uno dei canali indicati alla pagina dedicata
    Per queste persone (circa 40.000 sul territorio provinciale), che proprio a causa dell’importanza della malattia di cui soffrono sono inserite in elenchi regionali e provinciali, è stato costruito un percorso dedicato che si avvale della collaborazione dei medici specialisti ed altre figure professionali.
    Alcune persone sono già state vaccinate, altre lo saranno man mano che proseguirà la campagna. Se non si viene contattati immediatamente, non significa che non si verrà vaccinati.
    Tutte le info alla pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-estremamentevulnerabili

  • L’AUSL ha predisposto una modalità che consente ai medici di medicina generale di verificare se un assistito è compreso in questo elenco e di segnalare i nominativi dei pazienti aventi diritto ma non ricompresi nell’elenco. 
    Se la tua patologia rientra tra quelle descritte puoi comunque prenotare la vaccinazione attraverso i canali previsti ed elencati nella pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-estremamentevulnerabili
    Può accadere che, al momento della prenotazione, il proprio codice fiscale non sia ancora inserito nell'elenco degli "estremamente vulnerabili" aventi diritto al vaccino e dunque non si riesca a prenotare subito l'appuntamento. Come precisato sopra, in questo caso il Medico di medicina generale, una volta verificata l'appartenenza alla categoria, potrà segnalare il nominativo. Il codice fiscale sarà poi immesso nel sistema per la prenotazione (l'operazione potrà richiedere alcuni giorni di tempo, è consigliabile attendere 7-10 giorni prima di accedere nuovamente ai canali di prenotazione).
    Alla pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-estremamentevulnerabili sono disponibili l'elenco delle patologie che rientrano nella categoria delle persone “estremamente vulnerabili” e ulteriori informazioni utili.

  • Si. Se sei caregiver di una persona disabile grave ai sensi della L.104/92 art. 3 comma 3, cioè fornisci assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto (quindi sono compresi gli assistenti familiari), puoi accedere alla vaccinazioni in questa fase della campagna vaccinale.
    Tutte le informazioni sono disponibili alla pagina dedicata.

  • Non è prevista la segnalazione autonoma.
    L’Ausl di Modena ha predisposto una modalità che consente ai Medici di medicina generale di verificare se un assistito è compreso nell’elenco di persone appartenenti a questa categoria e di segnalare all’Ausl i nominativi dei pazienti aventi diritto ma non ricompresi nell’elenco. Dal momento della segnalazione all'effettiva possibilità di prenotare possono trascorrere anche 7-10 giorni: al termine di questo lasso di tempo il cittadino può accedere ai canali di prenotazione previsti per questa categoria e riportati nella pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-estremamentevulnerabili

  • Tenendo conto della tua patologia sarai contattato dall’Ausl per la vaccinazione, attraverso un sms che ti informa della possibilità di prenotare. Può accadere che il messaggio non venga ricevuto: in tal caso è comunque possibile prenotare la vaccinazione attraverso i canali previsti per questa categoria. 
    Tutte le info alla pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-estremamentevulnerabili

  • Se la tua patologia rientra tra quelle descritte puoi comunque prenotare la vaccinazione attraverso i canali previsti ed elencati nella pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-estremamentevulnerabili
    Può accadere che, al momento della prenotazione, il proprio codice fiscale non sia ancora inserito nell'elenco degli "estremamente vulnerabili" aventi diritto al vaccino e dunque non si riesca a prenotare subito l'appuntamento.
    L'Ausl ha predisposto una modalità che consente ai Medici di medicina generale di verificare se un proprio assistito è compreso in questo elenco e di segnalare eventualmente ulteriori nominativi.
    Il codice fiscale sarà poi immesso nel sistema per la prenotazione (l'operazione potrà richiedere alcuni giorni di tempo, è consigliabile attendere 7-10 giorni prima di accedere nuovamente ai canali di prenotazione).

  • Le persone che rientrano nella categoria dei "fragili" (cioè categoria 4) che presentano delle patologie senza quella connotazione di gravità riportata per le persone "estremamente vulnerabili", hanno accesso alla vaccinazione come previsto previsto dal piano vaccinale nazionale. La Regione Emilia-Romagna, inoltre, ha incluso nella categoria 4 anche l'asma e tutte le malattie rare (che non erano già ricomprese nella categoria degli "estremamente vulnerabili").
    Tutte le informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata http://www.ausl.mo.it/vaccino-covid-fragili

  • Non sono previste modalità di auto-candidatura.
    L'Ausl di Modena per ridurre al minimo eventuali sprechi di vaccini, in caso di dosi rimaste non utilizzate, contatta telefonicamente persone aventi diritto alla vaccinazione ai sensi del piano vaccinale nazionale e regionale. 

  • Tutte le informazioni utili sono disponibili alla pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-personale-scolastico

  • Si. Le persone che rientrano nel personale scolastico non residente e non assistito da un medico di medicina generale in provincia di Modena potrà essere vaccinato secondo l'ordine di priorità definito da piano vaccinale nazionale recepito da ciascuna Regione.
    Tutte le informazioni utili per accedere alla vaccinazione sono disponibili alla pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-personale-scolastico

  • Si. Il piano vaccinale prevede la vaccinazione per i genitori, tutori o affidatari dei minori "estremamente vulnerabili" che, non avendo ancora compiuto i 12 anni di età, non possono essere direttamente vaccinati per mancanza di vaccini indicati per la loro fascia di età. 
    Tutte le informazioni utili e l'autocertificazione necessaria per la prenotazione sono disponibili alla pagina dedicata

  • Secondo il Decreto Legge 22 aprile 2021, la certificazione verde Covid-19 (cosiddetto Green Pass) è il certificato rilasciato per attestare una delle seguenti condizioni:
    - lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2
    - la guarigione dall'infezione da SARS-CoV-2 (con certificazione di fine isolamento rilasciata da Autorità sanitaria)
    - l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARS-CoV-2.

    Il Decreto Legge indica che la certificazione verde viene rilasciata su richiesta dell'interessato, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria o dall'operatore sanitario che effettua la vaccinazione ed è disponibile sul Fascicolo sanitario elettronico dell'interessato.
    Il rilascio di Certificazione verde da parte dell'AUSL di Modena sarà attivo non appena giungeranno dal Governo le indicazioni operative in merito. Ulteriori informazioni saranno pubblicate su questa pagina non appena disponibili.
    Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina dedicata del sito del Ministero della Salute 

Ultimo aggiornamento: 01 Giugno 2021